Le ombre del coguaro, il thriller psicologico di Daniele Gennari

Daniele Gennari

Daniele Gennari, classe 1955, pisano di nascita, vive sul lago Maggiore a Ranco, il piccolo paese ove Rodari insegnava ai bambini delle elementari. Informatico, direttore marketing di Apple Italia, fondatore di startup, tre anni fa si è ritirato per realizzare il sogno nel cassetto: scrivere. “Le ombre del coguaro” è il suo primo lavoro, un thriller psicologico dal respiro internazionale. “Questo libro- dice- nasce dal desiderio di raccontare alcuni aneddoti legati agli anni ‘80 in California, in quegli anni in quella che sarebbe diventata la Silicon Valley, è nato il pc; io mi trovavo lì, avevo 25 anni e bazzicavo altri venticinquenni di nome Bill Gates e Steve Jobs; in quegli anni in California c’erano italiani del calibro di Mario Mazzola di Cisco System o Giacomo Marini e PierLuigi Zappacosta che nel 1981 hanno fondato con Daniel Borel la Logitech che introdusse i primi mouse con sensori ottici; ho lavorato-prosegue Gennari- fra gli States, Londra e Città del Messico vivendo esperienze degne di essere raccontate; raggiunta l’età della pensione ho deciso di ritirarmi e cominciare a scrivere; mano a mano che scrivevo la vicenda ha preso corpo ed è nato “Le ombre del coguaro” ”.

Daniele Gennari nel 1981 in California, alle sue spalle la San Francisco Bay

Nel libro Daniele racconta la storia di Peter Montana, informatico, e di due delitti avvenuti a trent’anni di distanza l’uno dall’altro: il giovane Montana si trova in California quando viene ucciso il suo compagno di stanza, seguono le indagini alle quali chiede di collaborare e al termine delle quali gli viene proposto di entrare a far parte dei servizi segreti americani; accetta. A distanza di trent’anni da quel delitto viene inviato a Roma per risolvere un altro spinoso caso, l’uccisione dell’ambasciatore USA nella capitale. Sugli intrighi e sulle vicende avventurose raccontati da Gennari, aleggiano le ombre del coguaro ovvero le riflessioni di Montana sul senso della propria esistenza e sull’opportunità di alcune scelte fatte.

Daniele Gennari ha scelto di pubblicare il libro col metodo del crowdfunding.

“Non volevo autopubblicarmi- spiega- ritengo che un autore necessiti di un editore, ognuno svolge il proprio compito. Io ho scelto Bookabook. Il crowdfunding è un metodo innovativo che consente all’editore di limitare i rischi e all’autore di mettere alla prova il proprio prodotto editoriale, si tratta di vendere un certo numero di copie prima della pubblicazione. Io ci sono quasi!!! Chi acquista il libro adesso diventa un mio sostenitore, il libro gli verrà inviato a pubblicazione avvenuta (si pensa a fine febbraio); in attesa della pubblicazione chi acquista il libro ora può scaricarlo in formato pdf ”.

La letteratura e l’arte per Gennari sono una vera passione infatti è consigliere comunale a Ronco con delega alla cultura ed è anche responsabile della locale biblioteca (dgennari1@gmail.com).

Giovanna Samà

10 commenti su “Le ombre del coguaro, il thriller psicologico di Daniele Gennari

  1. Mi piace molto il blog di Giovanna Sama’. E’ Una ricerca continua in ambito artistico, letterario, musicale di nuove voci ed espressioni. Particolari gli eventi selezionati e le recensioni. Un ottimo punto di riferimento

  2. Le storie a cavallo tra i due mondi, il nostro e gli States, mi interessano sempre!
    Grazie Giovanna per aver condiviso questa interessante intervista.

    Le autobiografie hanno qualcosa di così vero che ti fanno rivivere la realta di quel momento.
    Le premesse direi che ci sono tutte!
    Grazie all’autore per aver deciso di scrivere e condividere le sue esperienze di vita!
    Non aggiungo altro, riservandomi per la prossima lettura…..

    1. Ciao Lidiaaaa! Bentrovataaaaa!!! Sono a conoscenza del tuo amore per gli States… Grazie per il tuo commento e per il tuo interesse!!! Preciso che il libro di Daniele non è un’autobiografia, parte da aneddoti veri ma poi è romanzato… Ti abbraccio!! Buona giornataaa

  3. Ringrazio Giovanna di aver dato spazio a Daniele che conosco dai tempi del liceo e che ho sostenuto fin dall’inizio di questo progetto anche perché appassionata e lettrice di gialli da sempre.
    Ho letto Il Coguaro e mi è piaciuto.
    Leggendolo ho avuto la sensazione di percorrere alternativamente due rette parallele.
    Su una scorrono la vita e le riflessioni di questo cinquantenne ombroso che erroneamente pensa già che sia arrivato il momento di tirare una riga e fare un bilancio ricordando gli inizi della sua vita lavorativa e non solo, sull’altra retta lo stesso cinquantenne che ritorna ad essere l’uomo d’azione che è davvero e che da leader porta in fondo un’indagine non certo facile da risolvere. Incontriamo perciò pagine magari più lente, dal tono introspettivo e talvolta cupo, alternate al thriller vero e proprio con trovate originali e del tutto inaspettate.
    Non è il caso di aggiungere altro sennò rischio di dire troppo.
    Buona lettura!

    1. Cara Cinzia!!! Innanzitutto benvenuta nel nostro cerchio intorno al fuoco!!!!! Grazie a te per avermi fatto conoscere Daniele, il suo libro appassionante e il suo progetto di editoria mediante crowdfunding che terrò sicuramente presente quando deciderò di aprire anche io il cassetto doce da tempo giace il mio libro!!!!!! Ti abbraccio!!!

  4. Non ho mai sentito parlare di Daniele Gennari , complimenti a lui che è riuscito a realizzare il suo sogno (scrivere un libro), mi piacciono i thriller , se mi sarà possibile credo che lo acquisterò.

    1. Ciao Olga!!!!!! Grazie per il tuo commento!!! Daniele Gennari è al suo primo libro!!! Quindi mi unisco ai tuoi complimenti per essere riuscito a realizzare il suo sogno!!! Bravo!!!!! E’ di esempio per tutti quelli che hanno un sogno nel cassetto!!! Non è mai troppo tardi!!! Serve solo crederci e buttarsi!!!

  5. Ciao Giovanna io sono un’accanita lettrice di gialli e di film polizieschi.
    Da Agata Cristi a Hercul Poirrot a Sherlock Holms e con questa tua intervista mi hai stuzzicato.
    Non sapendo come si fa per avere il libro ti chiedo di ordinarmelo tu.
    Grazie mille un caro saluto e……. sempre complimenti.
    Aggiungo: ho scoperto che il coguaro è il puma o leone di montagna. Ciao

    1. Ciao Alberta!!!! Sono felice di averti stuzzicato!!!! Il libro si acquista sul sito di bookabook…comunque non ci sono problemi, te lo prendo io, ti contatto in privato. bacio!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *