Van Dyck a San Michele di Pagana

La nostra meravigliosa Italia riserva altrettante meravigliose sorprese così entri in una chiesetta fuori zona, sul tragitto per andare al mare e ti trovi in uno scrigno prezioso….

A San Michele di Pagana trovi persino un “Cristo Crocifisso” di Antoon Van Dyck, un quadro tanto tenebroso quanto vibrante, tutto giocato nel contrasto fra chiaro e scuro, Vita e morte… Nella profonda oscurità della tela un solo punto di Luce, il corpo del Cristo.

Il quadro è una pala d’altare di grandi dimensioni.

Tra i Santi Francesco e Bernardo troviamo, com’era costume in quell’epoca, anche il committente, Francesco Orero, aromatarius cioè farmacista e profumiere.

La tela fu dipinta tra il 1621 e il 1624 durante il soggiorno genovese del pittore di ritorno da un viaggio in Sicilia; fu donata da Orero alla Chiesa nel 1643.

1 commento su “Van Dyck a San Michele di Pagana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *